Arte e ambiente

Un focus sull’ambiente

Il Parco delle Cascine è caratterizzato da specificità sociali, culturali, ambientali e storiche che raccontano Firenze e il nostro tempo e che l’arte è in grado di rendere evidenti e accessibili.

Facendo perno su questa convinzione, le attività proposte da PARC intendono partire dallo spazio pubblico, dal suo uso, dalla sua percezione, dalle sue potenzialità, per innescare attraverso l’arte un dialogo con la città.

Questo dialogo si avvale dell’arte come strumento utile a coinvolgere una fascia trasversale di cittadinanza, di utenti e di curiosi, raccogliendo impressioni, desideri e nuove necessità, e come tramite per migliorare il rapporto tra la città e i suoi abitanti.

Artisti emergenti e affermati verranno invitati a sviluppare ricerche che abbiano come focus il Parco delle Cascine, proponendo interventi temporanei open air, percorsi relazionali e altre forme espressive che interpretino i luoghi con un’attenzione particolare alla dimensione sociale dei suoi “abitanti”, al rapporto tra la vita contemporanea e le preesistenze storiche o le caratterizzazioni ambientali.

PARC promuoverà inoltre laboratori, condotti da ecologi, biologi, sociologi, architetti, volti a promuovere la cultura del paesaggio e dell’ecosistema urbano avvicinando adulti e bambini ai principali temi che caratterizzano il parco, il fiume Arno e le sue rive. Momenti di approfondimento che vogliono innescare un processo di sensibilizzazione verso i valori di cui la “natura in città” è portatrice, mostrando il Parco delle Cascine come importante spazio urbano.

La scuola delle piante

La scuola delle piante è un percorso didattico multidisciplinare, dedicato ai bambini, orientato alla costituzione di una consapevolezza critica sulle principali tematiche ecologiche che legano la città e i cittadini alla natura. La scuola intende creare una consapevolezza critica nei bambini sui principali temi ambientali che riguardano il rapporto tra natura e vita urbana. L’attenzione alla natura in città, attitudine europea ampiamente diffusa, nel panorama italiano solo di recente si sta sviluppando anche grazie a importanti scommesse dell’avanguardia culturale.

Nel settembre 2018 PARC ha ospitato il primo modulo didattico di cinque giorni, curato dall’Associazione Terzo Giardino e realizzato con il supporto de Le Murate. Progetti arte contemporanea, MUS.E, Ecoistituto delle Cerbaie e Comitato per le Oasi WWF dell’area Fiorentina, incentrato su tre tematiche specifiche: alimentazione sostenibile, a cura dell’ecologo Carlo Scoccianti; Arno ed ecosistema fiume, a cura del naturalista Massimiliano Petrolo; Architettura e natura, a cura dell’architetto Fabio Ciaravella. A questa prima edizione de La scuola delle piante hanno partecipato 20 bambini dai 7 ai 12 anni.